"Invecchiare in salute", ci sono tre armi essenziali

  • Nov 16, 2017

  Tre vaccini sono tra quelli essenziali per gli anziani, per un "invecchiamento in salute": l'antinfluenzale, quello contro le malattie da pneumococco e quello contro l'herpes zoster e la sua complicanza più dolorosa, la nevralgia post-erpetica. "L'eliminazione e la riduzione del peso delle malattie infettive prevenibili mediante vaccinazione rappresentano una priorità di sanità pubblica a livello mondiale, recepita in Italia dal Piano nazionale di prevenzione vaccinale 2017-2019 che oggi è nei Livelli essenziali di assistenza ed è, quindi, un diritto di tutti i cittadini italiani", ha commentato Giancarlo Icardi, referente gruppo vaccini della Siti, la Società italiana di igiene, medicina preventiva e sanità pubblica). Le vaccinazioni degli adulti contro la "triade infernale" sono un fattore strategico per garantire l'invecchiamento in salute e anche la sostenibilità dei sistemi socio-sanitari alla luce dell'impatto economico di queste malattie. -L'influenza colpisce ogni anno in Italia circa 4 milioni di persone con picchi di 8 milioni negli anni di maggiore virulenza. Oltre 8.000 i decessi annui, dei quali circa l'80-90% per cento è rappresentato da anziani. Il costo complessivo della patologia è stimato in circa 3,5-4 miliardi di euro l'anno. Ogni singolo caso comporta costi diretti e indiretti pari a circa 1.000 euro, che aumentano significativamente a 3-6 mila euro in caso di ospedalizzazione.    -Le malattie pneumococciche sono causate dalle infezioni originate dal batterio Streptococcus pneumoniae (pneumococco) di cui sono conosciuti oltre 90 sierotipi. Possono essere di tipo non invasivo - polmonite, congiuntivite, otite media, sinusite - o presentarsi in forme invasive particolarmente severe, come meningiti, setticemie e polmoniti batteriemiche. Colpiscono soprattutto i bambini con meno di 4 anni e le persone over 65 e determinano ogni anno nel mondo circa 1.600.000 decessi, con percentuali di mortalità superiori al 30% tra le persone ricoverate in terapia intensiva. In Europa, la gestione delle polmoniti ha un costo superiore ai 10 miliardi di euro. -L'Herpes Zoster o Fuoco di Sant'Antonio è una malattia dolorosa che colpisce il nervo sensitivo e la cute circostante, manifestandosi in due casi su tre dopo i 50 anni. La sua complicanza più frequente è un dolore neuropatico prolungato e di intensità severa. In Italia si registrano 157.000 nuovi casi ogni anno di Herpes Zoster (quasi 18 casi ogni ora) pari a un'incidenza di 6,3 per 1.000 persone/anno e circa il 20% sviluppa una nevralgia post-erpetica.